Migranti, Conte
insegue Salvini

Già l’emergenza migranti a Lampedusa è un problema grave, ma se si somma anche all’emergenza Coronavirus diventa insostenibile. I giornali e le televisioni sono pieni di notizie allarmanti. Lampedusa scoppia. Gli sbarchi dei migranti, provenienti soprattutto dalla Tunisia, sono continui. Molti risultano anche infetti, positivi al Covid-19.

Lampedusa, Giuseppe Conte con la mascherina

Giuseppe Conte con la mascherina

Così il governo ha deciso una “stretta”. È stato lo stesso Giuseppe Conte ad annunciare il cambiamento di linea politica: «Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare». Il presidente del Consiglio ha cercato di calmare le paure degli italiani: «Non possiamo permettere che i sacrifici» fatti per combattere il Coronavirus «siano vanificati». Ha assicurato: «Dobbiamo essere duri e inflessibili», l’obiettivo è di «intensificare i rimpatri».

Le posizioni sembrano quelle di Matteo Salvini, storicamente contrario ad accogliere i migranti clandestini. Anzi il segretario della Lega è un deciso sostenitore del no agli sbarchi degli immigrati economici. Sia l’ex ministro dell’Interno sia Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, hanno costruito gran parte dei loro successi elettorali proprio sul no agli sbarchi, sui “respingimenti”. Anzi Salvini, per aver impedito gli sbarchi quando era al Viminale, è sotto accusa da parte della magistratura.

Adesso Conte vuole sbarrare la strada alla campagna elettorale delle destre. A settembre si voterà in sette regioni italiane e il presidente del Consiglio vuole impedire la vittoria delle opposizioni di destra. Così, con un linguaggio più garbato, insegue la strategia di Salvini sui migranti.

Lampedusa, Salvini, Meloni e Tajani a una manifestazione del centro-destra

Salvini, Meloni e Tajani a una manifestazione del centro-destra

L’allarme nell’opinione pubblica è aumentato. Lampedusa invece dei turisti ha ospitato fino ad oltre dieci volte il numero massimo dei migranti nel suo centro di accoglienza. Le evacuazioni degli immigrati irregolari in tutta Italia da parte del governo giallo-rosso non risolvono il problema del sovraffollamento dell’isola. Lampedusa ripiomba nuovamente nell’emergenza per altri sbarchi. Non solo. I migranti trasferiti in varie regioni italiane (Sicilia, Sardegna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lazio,  Molise, Umbria) in molti casi fuggono dai centri di accoglienza. In alcuni casi scoppiano rivolte contro la quarantena  per i contagiati da Covid-19, con problemi di ordine pubblico. La situazione rischia di degenerare. Di qui la rettifica della “linea buonista” da parte dell’esecutivo M5S-Pd-Leu-Iv. Conte insegue Salvini.

Il Capitano ha criticato il presidente del Consiglio e  Luigi Di Maio. Ha contestato soprattutto l’”inflessibilità” di Conte: a luglio gli sbarchi sono aumentati del 550% rispetto allo stesso mese di un anno fa, quando la Lega era al governo. Ha rincarato: «Grazie a Conte è ricominciata la pacchia». La “guerra elettorale” Salvini-Conte sui migranti è cominciata.